LONDON CALLING: THE OLD VIC TUNNELS a cura di Deborah Stocchi

Quando si pensa a Londra, si pensa alla metropolitana più famosa del mondo, all’epoca vittoriana e all’arte. Lunedì scorso sono stata invitata in un luogo che racchiude in sè tutti questi aspetti: l’Old Vic, nascosto dietro la stazione di Waterloo. 
E’ già famosissimo, non scopro nulla di nuovo. 
All’interno di una vecchia stazione metropolitana ormai in disuso, è stato creato uno spazio adibito ad ogni tipo di incontro: musica, arte, conviviali, feste. 
Su richiesta, viene addirittura realizzato un fiume artificiale. Si può salire in canoa ed attraversare l’intera venue. All’Old Vic è possibile sedere comodamente su di un enorme divano pensile dalla forma di gabbia per canarini e dondolarsi pacificamente, come, allo stesso modo, ci si può soffermare a chiacchierare appoggiati ad una delle numerose betulle del bosco ricreato apposta per gli ospiti. 
Si passeggia in mezzo all’arte, pezzi unici che non tarderei a definire alternativi, sparsi qui e là. E’ tutto molto suggestivo. 
L’intento, perfettamente riuscito, è quello di sorprendere a tutti i costi….uno schock d’arte, per intenderci. 
L’Old Vic è tetro e decadente e ben contrasta con la vivacità dei pezzi proposti, a volte, in modo quasi violento ma sicuramente molto efficace. 
Mi è capitato di spaventarmi un pò per il modo in cui tutto compare così, all’improvviso, dalle gallerie semi buie. 
Ultima ma non dimenticata: la cucina, davvero ottima e per tutti i gusti. Il servizio è impeccabile.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

PARMA MAGAZINE

Cultura, Personaggi, Arte, Curiosità e Turismo

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: